sabato 24 settembre 2016

Gnocchi di zucca ai funghi

Ingredienti per 4 persone:
  • 800 grammi di zucca
  • 180 grammi di farina integrale
  • 3 cucchiai di olio d'oliva
  • 20 grammi di parmigiano reggiano
  • rosmarino (quanto basta)
  • 1 cipolla piccola
  • 500 grammi di funghi chiodini o champignon
  • prezzemolo (quanto basta)
  • sale e pepe nero (quanto basta)
Preparazione:
Posizionare su una teglia ricoperta con la carta da forno la zucca a fette (spessore di 2 centimetri) con tutta la buccia. Cuocere la zucca a 180°C per 30 minuti. A cottura ultimata, togliere la polpa, fatela freddare un pochino e poi inseritela nel mixer per frullarla. Unire la farina, il sale, il parmigiano, l'olio, il rosmarino fresco, impastare il tutto e formare con un cucchiaio gli gnocchi. In un secondo momento, passateli nella farina e fateli riposare per 30 minuti su un piano da lavoro (tavola in legno) infarinato. Fare un soffritto di cipolla con 2 cucchiai di olio d'oliva. Lavare bene, asciugare e rosolare i funghi per alcuni minuti, insieme con il prezzemolo. Portare ad ebollizione una pentola con molta acqua salata, immergere gli gnocchi, appena salgono a galla, scolateli e disponeteli in una zuppiera; conditeli con la salsa ai funghi. 

La pasta fa ingrassare?

Un alimento comune assai diffuso è la pasta ma, per non ingrassare bisogna eliminarla. E' la prima strategia che si usa per buttare giù i chili di troppo. Peccato che non ha alcun fondamento. Di recente uno studio dell'Irccs Neuromed di Pozzilli afferma esattamente il contrario. Il consumo di pasta, non si associa ad un aumento del peso al contrario, dopo accurate ricerche, i dati ottenuti affermano che mangiare un piatto di pasta è più salutare, rispetta l'indice di massa corporea, una minima circonferenza addominale e un miglior rapporto vita-fianchi. La pasta spesso è ritenuta un fattore da limitare, quando si segue una dieta per perdere peso. Non è corretto eliminare la pasta dai pasti principali perchè essa, è un componente fondamentale dell'alimentazione mediterranea. Non è detto che dobbiamo mangiare porzioni spropositate di pasta, occorre moderazione, introducendola all'interno di una dieta equilibrata. Stop ai sensi di colpa, non è la pasta in se che fa ingrassare, ma le esagerazioni in generale. Quindi, la pasta contribuisce a diminuire l'obesità a patto che non si esageri con le porzioni e i condimenti.