Traduttore

sabato 30 dicembre 2017

Cous Cous dolce con spezie e frutta (Ottobre)

Ingredienti per 4 persone:
  • 300 grammi di cous cous
  • 300 grammi di succo d'ananas
  • 1 ananas intero
  • 2 banane
  • 1 grappolo di uva bianca
  • 1 grappolo di uva rossa
  • 2 pere
  • 16 castagne lessate e pulite
  • 1 cucchiaio di miele di acacia
  • 1 noce di burro (facoltativo)
  • 15 noci
  • 4 foglie di menta
  • 4 cucchiai di chicchi di melagrana
  • noce moscata e cannella (quanto basta)
Preparazione: scaldare il succo d'ananas fino a portarlo a ebollizione, unire il cous cous miscelando con una forchetta per evitare la formazione di grumi, coprire e lasciare riposare per 10 minuti. Tagliare l'ananas a metà per il lungo e svuotarla della polpa. In un secondo tempo, tagliare a pezzettini la polpa d'ananas, le banane e le pere, sgranare l'uva, lavare gli acini e, a piacere, dividerli a metà togliendo i vinaccioli. In una padella antiaderente versare il miele, il burro, la frutta, le castagne e lasciare cuocere a fuoco basso per 10 minuti, mescolando delicatamente. Unire la frutta al cous cous, profumando con la cannella e la noce moscata. Riempire 4 ciotoline, decorando con le foglie di menta. 

Insalata Autunnale (Ottobre)

Ingredienti per 4 persone:
  • 4 mazzetti di rucola
  • 2 scalogni
  • 200 grammi di acini di uva rosata
  • 150 grammi di feta
  • 50 grammi di noci sgusciate
  • 1 avocado
  • 2 cucchiai di olio di vinaccioli
Per la preparazione della vinaigrette (salsa):
  • 4 cucchiai di olio di vinaccioli
  • 2 cucchiai di aceto di vino
  • 1 cucchiaio di vino liquoroso (Marsala o Sherry)
  • 1 cucchiaino di miele di acacia
  • sale e pepe (quanto basta)
Preparazione: lavare e asciugare la rucola. Tritare gli scalogni (se si preferiscono sapori più delicati, utilizzare un piccolo porro affettato a rondelle sottili), spezzettare in modo grossolano le noci, sgranare e lavare gli acini di uva rosata. Tagliare a dadini la feta e anche l'avocado, che deve essere ben maturo. A parte preparare la vinaigrette sbattendo con energia gli ingredienti in un barattolo a chiusura ermetica. Prendere una ciotola grande e inserire tutti gli ingredienti che poi vanno conditi con la vinaigrette prima di servire a tavola.




sabato 23 dicembre 2017

Qualità degli alimenti

Il segreto di rimanere in linea è senza ombra di dubbio "la qualità degli alimenti". Mangiare cibo sano, fatto in casa o (se l'origine è industriale) preparato con ingredienti di qualità, è una delle pratiche più importanti per rimanere in linea. Ci sono numerose riviste scientifiche che mostrano un collegamento tra il sovrappeso e l'abitudine di mangiare cibo povero di sostanze nutritive. Uno studio della Cornell University, ha dimostrato come il consumo di cibo di scarsa qualità provochi l'aumento dell'indice di massa corporea, uno dei principali indici usati per valutare una condizione di sovrappeso. Ci aiutano le etichette nella scelta dei giusti alimenti infatti, uno studio statunitense pubblicato su "Il giornale dell'Accademia di Nutrizione e Dietetica - The Journal of the Academy of Nutrition and Dietetics" ha sottolineato quanto sia importante leggere le informazioni nutrizionali, riportate nelle etichette, per scegliere cibo non eccessivamente calorico, fatto con farine non raffinate e con ingredienti sani. Dedicare la corretta attenzione, alla scelta del cibo, anche quando si tratta di acquistare prodotti per la colazione o gli spuntini, attraverso la lettura dell'etichetta ci permette di essere certi a non assumere sostanze, spesso nascoste negli alimenti (ad esempio l'eccesso di sale), a cui si è intolleranti o sensibili oppure, (la frutta a guscio) e ingerire cibi poco tollerati dall'organismo risulta un fattore di rischio non solo per la salute, ma anche per la forma fisica, dato che può rallentare i processi metabolici, gravando sulla linea.  

sabato 2 dicembre 2017

Pulire e preparare le verdure (pomodori e peperoni)

Se ci sono delle regole generali, è vero che ogni verdura richiede una tecnica di pelatura a sè. Ad esempio i pomodori e i peperoni richiedono una cottura preliminare, mentre per le altre verdure in genere non serve. 
  • POMODORI - in insalata, essi non hanno bisogno di pelatura; per le passate o salse hanno bisogno di essere pelati. La procedura è molto semplice basta per prima cosa procurarsi uno spelucchino, togliere il picciolo (il ciuffetto sopra). Immergere i pomodori in acqua bollente: devono rimanere per 15 minuti nel caso di pomodori maturi, 30 minuti nel caso di pomodori acerbi. Usando una schiumarola prelevateli dall'acqua a bollore e passateli sotto l'acqua fredda. Con lo spelucchino procedere alla spellatura. 
  • PEPERONI - dopo averli arrostiti e sbucciati, procedere con l'eliminazione del cuore e i semi, procedendo in questa maniera: tagliare il peperone intorno al picciolo con uno spelucchino ed estraete, aiutandovi con le mani, picciolo e cuore. Incidere il peperone su un lato e apritelo. Togliere i filamenti bianchi interni e ripulire il peperone dai semi.  

I dolcificanti

Il saccarosio è il dolcificante più utilizzato in pasticceria. Si tratta di uno zucchero raffinato, estratto sia dalla barbabietola nei Paesi temperati, sia dalla canna da zucchero nei Paesi tropicali. L'uso di questo alimento è in netta ascesa, nonostante siano ormai famose le responsabilità (dirette e indirette) che comporta, rispetto ad alcune malattie quali l'aterosclerosi, il diabete, l'obesità e la carie ai denti. I nutrizionisti consigliano di sostituirlo con altri edulcoranti, quali lo zucchero grezzo, la melassa e il miele. Per quest'ultimo non va riscaldato, in quanto il miele con la cottura tende a caramellarsi ed è di difficile utilizzo in alcuni tipi di dolce. Può essere l'ingrediente ideale di torte rustiche e di creme fredde. Tra i dolcificanti naturali che si possono impiegare in sostituzione parziale o totale dello zucchero ricordiamo il malto (di riso o di orzo) di aspetto vischioso, uguale alla melassa, e l'amasake, un ingrediente della cucina macrobiotica che si ottiene dalla fermentazione del riso e che ha un certo potere lievitante. Da non dimenticare i dolci che hanno tra i loro ingredienti la frutta avranno meno bisogno di aggiungere lo zucchero; volendo è possibile utilizzare centrifughe di mele e uva per zuccherare gli impasti, con l'attenzione di ridurre gli apporti di altri liquidi.  


Dolcetti morbidi al rum e cacao

Ingredienti per 4 persone:
  • 200 grammi di tofu vellutato
  • 4 cucchiaini di cacao magro senza zucchero
  • 2 cucchiai di maizena
  • 12 bustine di Diete Tic (dolcificante)
  • 2 uova
  • 1/2 cucchiaino di aroma al rum bianco (Dukan)
Preparazione: preriscaldare il forno a 180°C. Versare in una ciotola il tofu, il cacao magro, la maizena, le bustine di Diete Tic e sbattere il tutto con le fruste elettriche. Aggiungere le uova, l'aroma e continuare a montare. Versare il preparato in piccoli stampi rettangolari di silicone. Infornare per 30 minuti, controllando ogni tanto la cottura. Sono una vera delizia!  

Salsa Guacamole e Pane Integrale (Settembre)

Ingredienti per 4 persone:
  • 4 fette di pane integrale
  • 250 grammi di primo sale (formaggio)
  • 1 avocado
  • 1 pomodoro
  • 1 limone
  • origano (quanto basta)
  • olio di oliva
  • sale e peperoncino (quanto basta)
Preparazione: tagliare il pomodoro a dadini. Spremere il limone. In una ciotola, ridurre a cubetti il formaggio primo sale e condire con olio e origano. Pelare e tagliare l'avocado, mettetelo nel mixer e poi aggiungete il succo di limone, una presa di sale, un pò di peperoncino, 2 cucchiai di olio di oliva e frullate fino a ottenere una crema morbida. Grigliare le fette di pane integrale, spalmare con la crema di avocado e servire con pomodoro e primo sale.



Zuppa di farro alla birra rossa (Settembre)

Ingredienti per 4 persone:
  • 250 grammi di farro perlato
  • 2 patate gialle medie
  • 1 peperone giallo
  • 1 peperone rosso
  • 2 cipolle
  • 1,5 litri di brodo vegetale
  • 150 ml di birra rossa
  • olio extravergine di oliva (quanto basta)
  • 1/2 limone (utilizzare il succo)
  • 1 rametto di salvia
  • rosmarino, prezzemolo, sale e pepe (quanto basta)
Preparazione: fare abbrustolire i peperoni in forno a 180°C per 40 minuti circa. Avvolgeteli, uno per uno, nella carta stagnola e lasciateli raffreddare. Poi spellateli e toglieteli i semi (sono più digeribili) e tagliateli a listarelle. Sbucciare le cipolle, affettatele e fatele ammorbidire in un tegame con 3 cucchiai di olio e 2 dl di brodo vegetale. Unire le patate a dadini, la salvia, il rosmarino e fare insaporire mescolando ogni tanto. Sfumare con la birra, facendola evaporare, versare il resto del brodo caldo e il farro sciacquato sotto l'acqua corrente, portare a cottura. Aggiungere le listarelle di peperoni e il succo di limone, regolare con il sale e pepe, cuocere per 5 minuti. Per terminare il piatto, unire il prezzemolo tritato.   

Peperone il bruciacalorie per eccellenza

Normalmente i frutti migliori arrivano alla fine dell'estate, quando le piante, in questo caso di peperone si avvantaggiano del calore assorbito dalla terra. Nella nostra alimentazione è consigliato mangiare almeno tre volte a settimana questo ortaggio, per approfittare di tutte le proprietà dimagranti che ha, inoltre, contiene pochissime calorie: solo 23 ogni 100 grammi. Considerato un dimagrante "scientifico" come hanno dimostrato alcuni ricercatori dell'UCLA CENTER FOR HUMAN NUTRITION (California), il peperone ha un alto quantitativo di diidro capsiato (DTC), un principio attivo non piccante che aumenta la temperatura corporea accelerando il metabolismo spingendo l'organismo a usare più grassi. Per godere dei suoi benefici, oltre a mangiarlo 2-3 volte alla settimana, si consiglia di variare i colori e modalità (crudo o cotto). E' meglio sceglierlo di provenienza biologica: i peperoni sono come delle spugne, assorbono tutte le sostanze chimiche con cui vengono a contatto. 

venerdì 3 novembre 2017

I ricciarelli

Ingredienti:
  • 975 grammi di mandorle dolci sgusciate
  • 25 grammi di mandorle amare sgusciate
  • 5 grammi di bicarbonato di ammonio (agente lievitante)
  • 3-4 albumi
  • 1 kg e 100 grammi di zucchero semolato
  • zucchero a velo (quanto basta)
  • 1/2 etto di miele
  • 1 arancia (la sua scorza)
  • burro (quanto basta)
Preparazione: pelare e tritare finemente le mandorle. Mescolatele sulla spianatoia con lo zucchero semolato, la scorza d'arancia grattugiata e il bicarbonato di ammonio. Unire gli albumi, uno alla volta, continuando a lavorare l'impasto, in maniera da incorporare solo quelli necessari a ottenere un composto omogeneo e lavorabile con le mani. Spolverizzare con zucchero a velo la spianatoia, dividendo l'impasto e formando dei fiori che poi appiattiremo, ritagliandoli a rombo. Nelle teglie imburrate, dividere i rombi e spolverateli con abbondante zucchero a velo. Lasciare riposare per 12-24 ore, il tempo necessario affinchè si formi una crosticina sulla superficie. Passato questo tempo, infornare a 210°C per 5 minuti, quindi fare raffreddare e servire. 

mercoledì 1 novembre 2017

Conserve di pomodori

Ingredienti:
  • 10 kg di pomodori
  • 1/2 cucchiaino di acido citrico, per ogni barattolo da 9,5 dl (oppure 2 cucchiai di succo di limone, oppure 4 cucchiai di aceto)
  • 1 cucchiaino di sale per ogni barattolo da 9,5 dl (facoltativo)
Preparazione: lavate per bene i pomodori e sbollentateli per 30 o 60 secondi in maniera da poterli spellare con facilità. Successivamente immergeteli in acqua fredda. Spellateli, togliendo le parti dure o sciupate. Tagliare i pomodori a quarti. In una ampia pentola, scaldare velocemente un 1/6 dei pezzi di pomodoro schiacciandoli via via, con un cucchiaio di legno (la cucchiarella) in maniera da fare uscire il succo. Portare a ebollizione miscelando, poi aggiungere un pò alla volta gli altri pezzi di pomodoro, sempre mescolando, ma senza schiacciarli. Quando avrete aggiunto tutti i pomodori, lasciateli bollire ancora per 5 minuti. Aggiungere l'acido prescelto nei barattoli, seguendo le proporzioni indicate e, volendo, anche 1 cucchiaio di sale per ogni barattolo. Riempire subito i barattoli con i pomodori bollenti, lasciando 13 mm di aria. Mettere poi i coperchi e sterilizzate da un minimo di 45 minuti a un massimo di un'ora. 

mercoledì 25 ottobre 2017

Fiori di zucca con mandorle e pinoli

Ingredienti per 4 persone:
  • 8 fiori di zucca
  • 100 grammi di pinoli
  • 100 grammi di mandorle
  • 1 spicchio di aglio
  • 1/2 limone (succo)
  • pepe bianco (quanto basta)
  • poca acqua
  • olio extravergine di oliva
  • sale alle erbe (quanto basta)
Preparazione: frullare i pinoli, le mandorle, l'aglio, il pepe e il succo di mezzo limone. Si deve ottenere la consistenza di una ricotta e se è necessario, aggiungere un poco di acqua. Pulire i fiori di zucca togliendo il gambo ma bisogna lasciare il picciolo. Con un saccapoche riempire il fiore di zucca con la crema di pinoli e mandorle. Prendere una teglia precedentemente oliata, inserire i fiori aggiungendo un pochino di olio condito con il sale alle erbe e fare appassire in forno ventilato a 45°C per almeno 2 ore. 
Consiglio: nella dieta crudista, nonostante la maggior parte degli alimenti vengano consumati crudi, è ammesso il riscaldamento del cibo ad una temperatura inferiore ai 48°C. Si può quindi scaldare a bagnomaria, disidratare con l'apposito essiccatore oppure, appassire in forno, come nel caso di questa ricetta. 

venerdì 20 ottobre 2017

Cibi si - Cibi no per il Diabete

Le giuste scelte alimentari che aiutano a vivere meglio e più a lungo. Cibi si per il Diabete sono:
  • pane, pasta, riso integrali
  • frutti di bosco, mele, papaia, melone
  • sono permesse tutte le verdure, con moderazione si possono mangiare anche le carote e le patate, utilizzabili al posto del pane e della pasta
  • frutta secca oleosa come le noci e le mandorle, 30 grammi al giorno
  • legumi come i ceci, lenticchie, piselli, soia e derivati (tofu, tempeh, bevande a base di soia
  • carni bianche, pesce azzurro, uova, latte e derivati
  • erbe aromatiche e spezie


Cibi no per il Diabete sono:
  • cereali e derivati raffinati come la pasta, lo zucchero saccarosio, dolci in particolare quelli industriali
  • alcolici soprattutto i vini dolci e liquori
  • burro, margarina
  • carni rosse e grasse
  • frutta candita, marmellata, succhi di frutta, bibite dolcificate
  • sughi pronti, salse, prodotti industriali con l'aggiunta di zucchero (leggere sempre le etichette)

lunedì 9 ottobre 2017

Diabete

Prevenire il diabete a tavola, si può! Basta tenere sotto controllo la glicemia nel sangue. In questa maniera difendi cuore e cervello ed elimini il grasso addominale. L'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) da poco ha scritto le nuove linee guida per quanto riguarda l'assunzione degli zuccheri nell'organismo. In queste indicazioni per la salute si raccomanda di diminuire la quantità giornaliera di zucchero al solo 5% dell'energia totale giornaliera assimilata per mezzo degli alimenti. In pratica corrisponde non più di 25 grammi al giorno (ma bisogna considerare che, ad esempio, una lattina di bibita ne ha circa 40 grammi e la classica bustina di zucchero che versiamo nel caffè ne ha solo 5 grammi. In base alle prove scientifiche, i soggetti adulti che consumano zucchero entro i limiti indicati dall'OMS, hanno un peso corporeo più basso e corrono meno rischi di sviluppare il diabete, le malattie cardiovascolari e quelle celebrali.   

sabato 7 ottobre 2017

Menù Smartfood

La tipologia alimentare denominata "Smart food" non è un collegamento di cibi attraverso le porzioni, ma un equilibrato mix di nutrienti.
Normalmente il pasto dovrebbe essere composto dalle verdure e dalla frutta, nello specifico più verdure che frutta, come sostiene il Dipartimento di nutrizione dell'università di Harvard (Stati Uniti). Deve essere ricco di acqua e di fibra, il pasto con più vegetali sazia, frena l'assorbimento di zuccheri e grassi ed ha un apporto calorico basso e portano sostanze benefiche, dai fito-composti alle vitamine. Anche la frutta può rappresentare un eccellente ingrediente ed essere inserita allo yogurt, alle varie pietanze e alle insalate. Per ottenere risultati soddisfacenti, l'ideale sarebbe di cambiare il più possibile le combinazioni degli alimenti, per assicurarsi tutti i tipi di nutrienti. La maniera più pratica è quella di affidarsi al metodo di mischiare i colori: il bianco dei cavolfiori, il rosso dei pomodori, il verde delle zucchine, il giallo e l'arancio di nespole, arance e carote, il blu e il viola di fichi e melanzane ecc.... Un quarto del pasto va dedicato ai cereali, i migliori sono quelli integrali, hanno il glucosio, la benzina dell'organismo, incluso il cervello. L'ultimo quarto del pasto è rappresentato dalle proteine (non sono quelle della carne rossa) dei legumi, del pesce, della carne bianca, delle uova e dei formaggi freschi (latticini). Anche la frutta a guscio (noci, mandorle, pistacchi) e i semi hanno una parte proteica oltre a racchiudere i grassi buoni. Nel menù smart food non bisogna evitare i condimenti. L'olio extravergine di oliva e gli altri oli di semi spremuti a freddo sono fonti di acidi grassi insaturi, hanno la funzione di spazzare via dalle arterie il grasso accumulato in eccesso, mettendolo al riparo dall'aterosclerosi. Il consiglio da dare è quello di condire senza esagerare con le quantità, così come è bene inserire le erbe aromatiche e spezie, protettive e utili per diminuire il sale, nemico della pressione arteriosa!
                                                                                                                                               

sabato 30 settembre 2017

I supercibi "anticancro"

Gli smart food sono alimenti con delle molecole che hanno la possibilità di influenzare l'espressione dei geni e del nostro stato di salute. Grazie a loro si ha l'opportunità di accedere ai geni della longevità e precedere diverse patologie. Mangiare costantemente pasti smart food è la migliore tipologia di prevenzione contro tutta una serie di malattie molto note. Sono alimenti definiti "intelligenti" ovvero "smart" che regolano il metabolismo, salvano la linea e allungano la vita. Gli alimenti intelligenti sono di facile reperibilità, si possono acquistare anche al supermercato e sono semplici da associare con: pasta, riso, contorni di verdura, minestre di legumi, pesce, carne bianca, uova e latticini. Si riconoscono in "longevity" (arance rosse, asparagi, cachi, ciliegie, cioccolato fondente, cipolle, curcuma, frutti di bosco) e "protective" (frutta, verdura, cereali integrali, semi, legumi). I primi attivano i geni della longevità ossia quelli che influenzano la durata e la qualità della vita, i secondi sono quelli protettivi ossia allontanano l'obesità e molte altre malattie croniche.  
Normalizzando il metabolismo, questi alimenti contrastano i chili di troppo, quindi prevengono anche il cancro, patologie cardiovascolari e metaboliche (diabete mellito, obesità, ipercolesterolemia) e quelle neurodegenerative come il Parkinson o l'Alzheimer.

venerdì 29 settembre 2017

Cous Cous vegetariano di quinoa (Agosto)

Ingredienti per 4 persone:
  • 250 grammi di quinoa per cous cous
  • 2 peperoni rossi
  • 100 grammi di tofu
  • 200 grammi di mais
  • 1 melanzana
  • basilico (quanto basta)
  • 2 pomodori
  • 1 zucchina
  • sale e pepe (quanto basta)
  • olio di oliva (quanto basta)
Preparazione: lessare la quinoa secondo le indicazioni della scatola, preparare il cous cous, ricordando di sgranarlo con una forchetta. Affettare i peperoni, la zucchina, la melanzana e i pomodori poi, in una padella, stufare per 15 minuti tutte le verdure appena tagliate. Aggiungere al cous cous le verdure cotte, il mais, il tofu tagliato in precedenza a dadini, qualche foglia di basilico spezzettato, un pizzico di sale e pepe. Miscelare tutto, se il piatto si presenta troppo asciutto, aggiungere alcune gocce di olio. 

Fusilli alle olive nere e feta (Agosto)

Ingredienti per 4 persone:
  • 320 grammi di fusilli di grano khorasan integrale bio
  • 100 grammi di olive nere denocciolate
  • 250 grammi di feta a cubetti
  • 200 grammi di pomodorini rossi
  • 200 grammi di pomodorini gialli (acerbi)
  • 1 peperone piccolo 
  • 1 ciuffetto di prezzemolo
  • 1 ciuffetto di basilico
  • 1 limone 6 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • sale e pepe (quanto basta)
Preparazione: fare cuocere e scolare al dente la pasta, condire con 2 cucchiai di olio extravergine poi mettetela su piano, allargandola per farla raffreddare senza che si attacchi. A parte, tritare il prezzemolo, spremere il limone, tagliare a metà tutti i pomodorini e a pezzetti piccoli, il peperone. In una ciotola riunire la pasta freddata, le olive, la feta tagliata a cubetti, le verdure tagliate in precedenza e condire con 1 cucchiaio di succo di limone, con una manciata di pepe, il prezzemolo tritato, il basilico e l'olio rimasto. Mescolare tutti gli ingredienti, lasciare la pasta fredda condita in frigorifero, per un'ora, prima di servirla. 

mercoledì 30 agosto 2017

Gazpacho di Avocado (Luglio)

Ingredienti per 4 persone: 
  • 600 grammi di cetrioli
  • 1 avocado maturo
  • 1 tazza di ceci lessati
  • 50 grammi di yogurt greco
  • 150 ml di acqua minerale fredda
  • 1 limone (succo)
  • finocchietto selvatico (quanto basta)
  • olio extravergine di oliva (quanto basta)
  • sale e pepe nero (quanto basta)
Preparazione: pulire e tagliare a pezzettoni i cetrioli e in un bicchiere da mixer, con 3/4 della polpa di avocado, i ceci, l'olio, il succo di 1/2 limone, un pizzico di sale, frullare il tutto fino a quando non si ottiene una crema omogenea, unire lo yogurt, il finocchietto e una manciata di pepe tritato. Continuare a frullare la crema per alcuni minuti poi bisogna iniziare a inserire poco alla volta, l'acqua fredda, regolare con il sale (se necessario), con il pepe e il limone. Prima di servire fare riposare per 30 minuti. 

Cous Cous di miglio alle verdure (Luglio)

Ingredienti per 4 persone:
  • 2 zucchine
  • 2 carote
  • 2 peperoni (uno rosso e uno giallo)
  • 4 pomodori
  • rametti di timo (quanto basta)
  • pepe rosa (quanto basta)
  • 300 grammi di cous cous di miglio decorticato
  • olio extravergine di oliva
  • sale e pepe (quanto basta)
Preparazione: in una padella, fare stufare le verdure con i pomodori appena frullati. A parte, lessare il cous cous di miglio in poca acqua bollente, coprire il tegame usando un coperchio, miscelare di tanto in tanto con una forchetta, per evitare che si formino i grumi. Insaporire le verdure con sale e pepe e unisci il cous cous di miglio. 


domenica 13 agosto 2017

Fiori di zucchina al tofu affumicato (Giugno)

Ingredienti per 4 persone:
  • 20 fiori di zucchina
  • 180 grammi di tofu affumicato
  • 2 cucchiai di tahina (salsa di sesamo)
  • 50 ml di panna di soia
  • 4 cucchiai di pangrattato
  • curry (quanto basta)
  • curcuma (quanto basta)
  • olio extravergine di oliva (quanto basta)
  • sale e pepe nero (quanto basta)
Preparazione: prendere una ciotola, sbriciolare il tofu e aggiungere la tahina, la panna di soia, il pangrattato, pochissimo olio, la curcuma, il curry e il pepe nero. Miscelare bene tutto fino a quando non si ottiene una crema morbida che servirà come ripieno. Lavare i fiori di zucchina, togliere il pistillo centrale e poi fateli asciugare su carta da cucina. Farcire con il ripieno facendo attenzione a non romperli. Dopo questa preparazione, adagiare i fiori di zucchina sul fondo di una teglia oliata precedentemente, cospargeteli di pangrattato e ungeteli con poco olio, poi farli cuocere in forno caldo a 180°C, riscaldato prima, per circa 25 minuti e concludere la cottura con il grill per formare una crosticina croccante sulla superficie. A fine cottura, servire i fiori caldi in tavola. 

venerdì 11 agosto 2017

Pasta con olive e pomodorini secchi (Giugno)

Ingredienti per 4 persone:
  • 320 grammi di spaghetti integrali
  • 10 pomodorini secchi
  • 1 cucchiaio di capperi già dissalati
  • 3 cucchiai di olive taggiasche denocciolate
  • 1 spicchio di aglio
  • 2 cucchiai di pangrattato
  • 1 manciata di pinoli
  • olio extravergine di oliva (quanto basta)
  • peperoncino (quanto basta)
  • sale (quanto basta)
  • prezzemolo tritato (quanto basta)


Preparazione: tagliare a pezzetti i pomodorini secchi. In una padella, fare rosolare l'aglio, con qualche goccia di olio extravergine di oliva, giusto pochi minuti, poi unire i pomodorini secchi, le olive intere, i capperi, il peperoncino e fateli cuocere per 2-3 minuti. Versare il condimento in una zuppiera togliendo l'aglio. Cuocere gli spaghetti e, intanto nella stessa padella dei pomodorini, fate tostare il pangrattato con i pinoli fino a quando non saranno dorati. Scolare la pasta, versatela nella zuppiera e mescolatela insieme al condimento, al pangrattato, ai pinoli e servitela guarnendo il piatto con del prezzemolo tritato fresco. 

Crema di fave al dragoncello (Maggio)

Ingredienti per 4 persone:
  • 800 grammi di fave sgusciate
  • 2 patate 
  • 1 cipolla
  • 60 grammi di dragoncello
  • 100 grammi di pecorino grattugiato
  • 60 grammi di latte o panna vegetale
  • crostini di pane integrale (quanto basta)
  • 1 ciuffo di basilico
  • olio extravergine di oliva (quanto basta)
  • sale e pepe (quanto basta)
Preparazione: in una pentola con acqua salata mettere le patate precedentemente pelate. Dopo 10 minuti dall'ebollizione, unire le fave, attendere 5 minuti. poi scolare conservando l'acqua di cottura. Sciacquare le fave e togliere la buccia. Scaldare l'acqua di cottura, fare un soffritto di cipolla, unire le fave e le patate, cuocere con pochissima acqua per un tempo di 10 minuti. Tritare il dragoncello, mettetelo insieme al pecorino grattugiato, al latte e alle fave, poi cuocere il tutto per 5 minuti. Frullare e servire con basilico e crostini.

giovedì 10 agosto 2017

Fettuccine con piselli (Maggio)

Ingredienti per 6-8 persone
  • 500 grammi di fettuccine all'uovo fresche
  • 3 cucchiai di panna vegetale da cucina
  • 3 uova
  • 2 noci di burro
  • 3 tuorli di uova
  • 100 grammi di piselli freschi
  • 100 grammi di grana padano grattugiato
  • 2 cipollotti
  • olio extravergine di oliva (quanto basta)
  • sale e pepe nero (quanto basta)
Preparazione: preparare un soffritto con i cipollotti tritati, una noce di burro e un pizzico di sale, aggiungere i piselli e fare cuocere per 15 minuti. In una ciotola mescolare le uova con 2 cucchiai di grana padano e la panna. Lessare le fettuccine e, a parte, in una padella si fa sciogliere la noce di burro rimasta, unire le uova sbattute con il grana padano e per un minuto, far addensare tutto il composto. Scolare le fettuccine e mettetele in una padella con insieme i piselli, fare insaporire con l'aggiunta del pepe e un pò di grana padano. Miscelare e servire. 

domenica 30 luglio 2017

Scegliere Bio

Per mangiare in maniera sana è molto importante utilizzare alimenti bio, quando c'è la possibilità di autoproduzione o di provenienza locale. Ma quando si ha difficoltà a procurarsi frutta e verdura biologiche, come si possono eliminare i probabili pesticidi in maniera naturale? Ci sono tre sistemi, da usare solamente nella giornata in cui si prevede il consumo.
   



Aceto di Mele
Mettere 3 litri di acqua in un recipiente e inserire 1/2 tazza di aceto di mele e 3 cucchiai di sale. Far diluire per bene, poi immergere la frutta e la verdura per 20 minuti, prima di sciacquare in abbondante acqua fredda corrente.






Bicarbonato di Sodio
Diluire 1 cucchiaio di bicarbonato per ogni litro di acqua e mettere a bagno la frutta e la verdura per circa 10 minuti, prima di lavare di nuovo i cibi e consumarli.






Argilla 
Sciogliere per bene 2 cucchiai di argilla verde ventilata per ogni litro di acqua e lasciare in ammollo la frutta e la verdura per 15 minuti. Lavare bene prima di consumare gli alimenti. 


Conosci il Tuo Corpo, Scegli il Tuo Cibo
Il Metodo Molecolare per una Alimentazione Consapevole
€ 12.5

domenica 23 luglio 2017

Bavarese all'arancia (Aprile)

Ingredienti per 6-8 persone:
  • 250 ml di latte
  • 300 ml di panna fresca
  • 50 grammi di zucchero
  • 100 grammi di cioccolato bianco
  • 3 tuorli d'uovo
  • 3 fogli di gelatina di pesce
  • 1 stecca di vaniglia
  • 60 grammi di fiori di arancio
  • sale (quanto basta)
  • sciroppo alla menta (quanto basta)
Preparazione: per prima cosa fai ammollare la gelatina di pesce in acqua fredda. Porta a ebollizione il latte coi fiori di arancio, un pizzico di sale e la vaniglia. Sbatti i tuorli d'uovo con lo zucchero, unisci al latte caldo e cuoci fino a ottenere una crema che poi verrà passata al colino, sarà unita al cioccolato tagliato precedentemente a scagliette e alla gelatina di pesce strizzata. Mescola e poi lascia intiepidire. Monta la panna che va inserita alla crema, poi versa il composto in uno stampo e mettetilo in frigo. A parte, fai bollire il latte con lo zucchero, unisci un pochino di sciroppo alla menta e per ultimo, lascia raffreddare. Togli dal frigo la bavarese e servila con la salsa. 


venerdì 7 luglio 2017

Riso freddo con germogli di azuki (Marzo)

Ingredienti per 4 persone:
  • 320 grammi di riso integrale bio
  • 60 grammi di spinacini
  • 60 grammi di rucola
  • 30 grammi di germogli di azuki
  • 30 grammi di germogli di piselli
  • 60 grammi di mandorle
  • 12 pomodorini
  • 1 spicchio di aglio
  • olio extravergine di oliva (quanto basta)
  • sale marino integrale (quanto basta)
Preparazione: sciacquare il riso sotto l'acqua corrente, prendere una pentola e inseritelo con due parti di acqua per ogni parte di riso. Portare a ebollizione, salare con poco sale, mettere la fiamma al minimo e lasciare cuocere per 40-50 minuti, finchè il liquido non sarà del tutto assorbito e il riso cotto. Lavare e asciugare i germogli, fateli saltare in padella con un filo di olio assieme agli spinacini. Lavare e asciugare anche la rucola e, in un frullatore, aggiungendo i germogli, gli spinacini, le mandorle e lo spicchio di aglio con 3 cucchiai di olio, frullare tutto. Tagliare i pomodorini e uniteli al composto appena preparato. Conclusa la cottura del riso, lasciatelo raffreddare, poi conditelo con il composto (pesto). Servire tiepido o freddo.



Insalata Primavera di porro e spinacini (Marzo)

Ingredienti per 2 persone:
  • 500 grammi di spinacini freschi
  • 300 grammi di fette di pane tostate di pane integrale di segale
  • 100 grammi di germogli di ceci
  • 50 grammi di germogli di porro
  • 50 grammi di semi di sesamo tostati
  • 1 arancia (succo)
  • sale e pepe nero (quanto basta)
  • olio extravergine di oliva (quanto basta)
Preparazione: lavare e asciugare bene, separatamente, gli spinacini e i germogli. Mettere gli spinacini e i germogli di porro in un'insalatiera, condire con un goccio di olio extravergine di oliva, con il succo di arancia, i semi di sesamo, sale e pepe nero. A parte, in una padella antiaderente, fate saltare i germogli di ceci, poi lasciateli raffreddare, aggiungendoli agli spinacini e mescolare tutto. Servire l'insalata con il pane tostato.   

lunedì 26 giugno 2017

Cucinare senza fiamma (Crudismo)

Mangiare alimenti crudi per fare spazio a piatti da veri gourmet è un traguardo di colori, di abbinamenti spesso originali, che fanno bene! Ecco tutti i benefici del mangiare crudo:
  • Favorisce la rigenerazione dei tessuti e l'ossigenazione dei muscoli
  • Facilita la digestione e l'assimilazione delle sostanze nutritive
  • Aiuta a disintossicare corpo e mente, donando nuova energia e vitalità
  • Rende la pelle più giovane, migliora l'aspetto fisico, rinforza unghie e capelli
  • Favorisce la perdita di peso o il mantenimento della perfetta forma
  • Migliora il sonno.
  • Combatte gli sviluppi infiammatori e le patologie croniche
  • Fa riscoprire il piacere dei sapori semplici che la natura ci offre
  • Aiuta a ritrovare il desiderio di cucinare con passione e creatività 

venerdì 16 giugno 2017

Torta con barbabietola e glassa al cioccolato

Ingredienti per 4 persone:
  • 150 grammi di barbabietola cotta
  • 80 grammi di farina integrale di farro integrale
  • 50 grammi di mandorle pelate macinate a farina
  • 60 grammi di sciroppo di riso bio
  • 60 grammi di sciroppo d'acero
  • 60 grammi di estratto di lamponi e barbabietola cruda
  • 60 grammi di olio di semi bio
  • 9 grammi di cacao amaro
  • 9 grammi di cremor tartaro (agente lievitante naturale)
  • sale integrale (quanto basta)
  • 1/2 cucchiaino di vaniglia Bourbon in polvere
  • frutti di bosco freschi (quanto basta)
Ingredienti per la glassa fondente:
  • 3 cucchiai di latte di mandorla 
  • cioccolato fondente al 80% (quanto basta)
Preparazione: cuocere una barbabietola e una volta fredda tritarla finemente. Macinare le mandorle e unirle alla farina, alla vaniglia, al cremor tartaro e al sale. Prendere un contenitore e versare l'olio, l'estratto di barbabietola, i lamponi, lo sciroppo di riso, quello d'acero e miscelare bene. Unire gli ingredienti secchi ai liquidi e per ultima la barbabietola. Prendere uno stampo di 20 cm e infornare la torta a 180°C per 40 minuti. Togliere la torta dal forno, preparare la glassa con il cioccolato fondente sciolto a bagnomaria con 3 cucchiai di latte di mandorla e inseritela sopra la torta. Successivamente lasciare di nuovo raffreddare fino a quando il cioccolato non sarà diventato duro. Per la decorazione, usare i frutti di bosco freschi.


mercoledì 7 giugno 2017

Ogni cosa al suo posto

Per sistemare gli attrezzi da cucina e i prodotti alimentari acquistati, la prima regola da seguire è la logica; la seconda è la perseveranza: sennò molto presto il caos farà da padrone nella vostra cucina! Un semplice consiglio è quello di tenere sia nella dispensa che in frigorifero una giusta quantità di prodotti. Se siete single o una coppia, il frigorifero non dovrà essere pieno di alimenti di facile alterazione perchè non riuscirete a consumarli entro la data di scadenza. 
DISPENSA - nella dispensa riporre le posate nell'apposito cassetto, utilizzare un secondo cassetto per riporre i piccoli strumenti da cucina come: l'apriscatole, il trinciapollo, il pelapatate ecc. Il cassettone profondo servirà per sistemare i coperchi, i vassoi, le pentole più grandi. Nella dispensa alimentare, nell'ultimo scaffale mettete le confezioni grandi ma leggere tipo i biscotti o corn flakes, per riporre i barattoli più piccoli, le farine e lo zucchero, utilizzate il ripiano centrale della dispensa, i barattoli, le bottiglie più pesanti di uso giornaliero come l'olio, l'aceto e il vino, vanno collocate nel ripiano più basso, in vista.

FRIGORIFERO - ci sono in commercio modelli di frigorifero in cui sono previsti cestelli e cassetti ad hoc per alimenti diversi a secondo del grado di umidità idoneo, sistemare il cibo con il giusto criterio di conservazione così come i vani della porta, utili per riporre i vasetti e le bottiglie (ma cercate di non appesantirli troppo). E' importante ricordare di non disporre a pila gli alimenti, perchè tendono ad ammuffire: lasciate sempre un pò di spazio tra gli uni e gli altri, così l'aria circolerà meglio. 
FREEZER - gli alimenti che vanno nel congelatore devono o essere congelati (ma bisogna fare attenzione: non devono essere scongelati durante il tragitto dal supermercato a casa!) o freschi; in questo caso devono essere riposti negli appositi sacchetti o contenitori per refrigerazione e devono avere ciascuno un'etichetta sulla quale scriverete il nome del prodotto e la data dell'inizio della congelazione.

 CANTINA - quando si hanno problemi di spazio, la cantina è di fondamentale importanza come locale-dispensa. Bisogna ricordare che deve necessariamente essere al riparo da umidità, fresca, ben arieggiata, buia e ben pulita. Sistemare non solo le vostre bottiglie di vino, ma anche l'eventuale scorta di acqua minerale, di bibite, di liquori, di detersivi, di alimenti in scatola e di tutti quegli oggetti o alimenti di lunga scadenza che non si alterano come il riso e la pasta. 

venerdì 2 giugno 2017

L'indispensabile in Cucina

E' sottinteso che le nostre cucine siano ben attrezzate. La lista riportata nell'elenco bisogna considerarla come un punto di partenza per avere sempre una cucina ben fornita.
Prodotti da mettere in dispensa:
  • caffè, cracker, origano, pangrattato, piselli e altre verdure in scatola, fette biscottate, peperoncini piccanti interi o in polvere, pepe in grani o in polvere, patate, farina, olio extravergine di oliva, tonno in scatola, tè/camomilla, marmellata, olio di semi, salsa di pomodoro, pasta/riso, miele, aceto (bianco, rosso o balsamico), vino, cipolle, zucchero, sale fino e grosso, bicarbonato di sodio.
Alimenti da mettere in frigorifero:
  • burro, limoni, prezzemolo, yogurt, dadi da brodo, verdura fresca, rosmarino, latte, carote, aglio, cipolla, frutta di stagione, uova, sedano, basilico, formaggi, succhi di frutta, carne e pesce.
Alimenti da mettere in freezer:
  • verdure surgelate, pane di scorta, pasta sfoglia e frolla, gelato, pesce surgelato.
Articoli accessori:
  • sacchettini per la congelazione, tappi per le bottiglie, sacchetti da pattumiera, pellicola in rotoli, carta da forno, alluminio in rotoli, carta assorbente da cucina, stuzzicadenti,
Consigli:
  • Confezionare i prodotti congelati in quantità corrispondente al consumo di una volta. Lo stesso alimento non deve essere congelato più di una volta.
  • Non riporre mai in frigorifero alimenti ancora caldi.
  • Foderare con fogli di alluminio (da cambiare di tanto in tanto) il fondo del congelatore per evitare che le vaschette del ghiaccio o i cibi, si attacchino.
  • Quando si trasferisce un alimento dalla confezione a un contenitore, ricordarsi di riportare la data di scadenza.
  • Pulire i contenitori dopo ogni utilizzo: dureranno di più e non svilupperanno batteri nocivi. 


lunedì 29 maggio 2017

Pesi e Misure

Può succedere che in una cucina di casa non ci sia la bilancia per pesare gli alimenti. Attraverso questo elenco è possibile darsi un'idea di come poter orientarsi, per gestire al meglio i dosaggi nelle ricette.
  • 1 tazza grande corrisponde a 1/4 di litro o 25 cl, equivale a: 150 grammi di grano saraceno, 125 grammi di farina di frumento, 250 grammi di zucchero, 175 grammi di semolino, 130 grammi di farina di mais, 100 grammi di fiocchi d'avena, 100 grammi di ricotta.
  • 1 cucchiaio da minestra colmo equivale a: 30 grammi di sale grosso, 25 grammi di farina o di zucchero raffinato, 20 grammi di fecola di patate o di mandorle macinate, 15 grammi di cacao o di mandorle sfilettate, 10 grammi di caffè macinato, 40 grammi di burro, 20 grammi di uva passa, 10 grammi di fiocchi d'avena, 15 grammi di semolino.
  • 1 cucchiaio da minestra raso equivale a: 15 grammi di farina, di sale grosso o di zucchero, 10 grammi di fecola di patate, 8 grammi di mandorle macinate, 7 grammi di mandorle sfilettate, 5 grammi di caffè macinato, 15 grammi di burro, 20 grammi di latte, 5 grammi di olio, 5 grammi di fiocchi d'avena, 7 grammi di semolino, 10 grammi di panna.
  • 1 cucchiaino da caffè colmo equivale a: 10 grammi di sale fino, 8 grammi di fecola di patate, 7 grammi di farina 00 o di sale grosso, 5 grammi di zucchero raffinato.
  • 8 tazze da caffè riempite di acqua equivalgono a: 1 litro di liquido.
  • 6 cucchiai da tavola colmi di liquido equivalgono a: 1 dl.
  • 1 pezzo di burro grande quanto 1 uovo pesa 50 grammi.
  • 1 presa di pepe equivale a 1 grammo.
  • 1 presa di sale equivale a 3 grammi.