Traduttore

"Con un pò di fantasia e intuito culinario,
è possibile riutilizzare gli avanzi della cucina,
trasformandoli in gustose pietanze.
L'avreste mai pensato?"

venerdì 2 dicembre 2016

Sformato di salmone e patate

Ingredienti:
  • 500 grammi di filetto di salmone
  • 450 grammi di spinaci surgelati
  • 800 grammi di patate a pasta bianca
  • 2 uova
  • 250 ml di panna
  • 250 ml di latte
  • 175 grammi di Emmentaler
  • 2 spicchi di aglio
  • 2 cipolle
  • 2 cucchiai di burro
  • 2 cucchiai di succo di limone
  • peperoncino in polvere (quanto basta)
  • 1 cucchiaio di farina di riso
  • noce moscata (quanto basta)
  • aneto (spezia)
  • sale e pepe (quanto basta)
Preparazione: lessare gli spinaci in una pentola con dell'acqua bollente salata poi, dopo gli spinaci, lavare e lessare le patate sempre nella stessa pentola con dell'acqua bollente salata. Pulire e schiacciare gli spicchi di aglio. Pulire e pelare le cipolle, poi tagliatele a dadini piccoli e la metà della cipolla tagliata mettetela in una padella insieme all'aglio e una noce di burro. Aggiungere nella padella gli spinaci dopo averli ben scolati, versare 100 ml di acqua e fare cuocere per 15 minuti dopo averli conditi con del sale e pepe. Tagliare a pezzetti il filetto di salmone e bagnatelo con il succo di limone, sale, pepe e peperoncino e il restante della cipolla con il rimanente cucchiaio di burro. Aggiungere la farina di riso quando il burro si sarà sciolto nella casseruola dove precedentemente abbiamo rosolato la cipolla rimanente, poi versare la panna i 200 ml di latte e 75 grammi di Emmentaler grattugiato. Condire con il sale, il pepe e la noce moscata. Mettere in una teglia imburrata gli spinaci lessati e strizzati, le patate lessate e pelate e il salmone. Sbattere le uova con 50 ml di latte e aggiungile alla salsa al formaggio preparata prima. Ricoprire il salmone con la salsa e mettere la teglia nel forno preriscaldato a 200°C per 35 minuti. Dopo la cottura, decorare con l'aneto (spezia) e servire. 

Cannelloni al tonno gratinati

Ingredienti:
  • 12 cannelloni senza glutine
  • 1 kg di passata di pomodoro
  • 500 grammi di porri
  • 100 grammi di Emmentaler
  • 300 grammi di tonno al naturale
  • 240 grammi di formaggio fresco alle erbe
  • 3 scalogni
  • 2 spicchi di aglio
  • 1 mazzetto piccolo di basilico
  • 1 mazzetto piccolo di erba cipollina
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • sale e pepe (quanto basta)
  • zucchero (quanto basta)
  • peperoncino in polvere (quanto basta)
Preparazione: pulire e lavare i porri, togliere le prime foglie e tagliare gli stessi a rondelle sottili. Grattugiare grossolanamente l'Emmentaler. Pulire e tritare grossolanamente gli scalogni e l'aglio. Tritare l'erba cipollina. Scolare il tonno e spezzettatelo poi amalgamare il tutto con il formaggio fresco e condire con il sale, il pepe e il peperoncino. Aiutandoti con un cucchiaio, inserire il composto nei cannelloni ancora crudi e appoggiateli in una teglia imburrata precedentemente. Se avanza il ripieno, mettetelo sopra i cannelloni. In una padella già oliata con un cucchiaio di olio extravergine di oliva, fare cuocere delicatamente i porri per 5 minuti poi aggiungere la passata di pomodoro ed infine condire con sale, pepe, peperoncino, un pizzico di zucchero e un pochino di basilico precedentemente tagliato finemente. Versare la salsa sopra i cannelloni ripieni. Spolverare la superficie con l'Emmentaler. Mettere la teglia nel forno preriscaldato a 180°C e lasciare cuocere per circa 40 minuti. 

Google+ Followers